Restauro cinematografico: dalla pellicola al digitale


Il corso si rivolge a persone che vogliano acquisire competenze teorico/pratiche sul restauro cinematografico alla luce delle nuove tecnologie digitali.
L'operatore di restauro cinematografico è una figura in grado di mettere in atto le principali strategie di restauro digitale grazio a un bagaglio di competenze teorico-pratiche acquisite sul campo. Il corso mira a soddisfare la continua richiesta di personale specializzato nel settore del restauro cinematografico analogico e digitale.

Contenuti

Il percorso formativo mostrerà tutto il processo del restauro cinematografico: dalla riparazione delle pellicole alla digitalizzazione, dagli interventi di restauro digitale alla correzione colore, fino alla produzione di supporti digitali finali, necessari per la divulgazione del patrimonio cinematografico attraverso le varie piattaforme disponibili sul mercato.
Le lezioni si svolgeranno presso la sede del Laboratorio L’Immagine Ritrovata. Il calendario dettagliato verrà fornito in un secondo momento.

Destinatari

Persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna che hanno assolto l’obbligo d'istruzione e il diritto-dovere all'istruzione e formazione. I partecipanti, occupati o disoccupati, potranno essere studenti o diplomati all'Accademia delle Belle Arti o all'Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro o studenti e laureati presso: Lettere e Beni Culturali (indirizzo cinema); DAMS; laurea magistrale LM65; corsi di laurea in diagnostica e conservazione per il restauro, chimica, chimica dei materiali, biologia, microbiologia. In caso di possesso di altra tipologia di laurea o di Diploma di formazione professionale di 5° livello EQF la commissione valuterà il percorso formativo del candidato. Si richiede una buona conoscenza della lingua inglese e possibilmente di una seconda lingua straniera. I candidati stranieri dovranno possedere una buona conoscenza della lingua italiana.


PAGINA DEL CORSO