Migrazioni ed evoluzioni

I migranti - coloro che lasciano i luoghi d'appartenenza divenuti inospitali, che fuggono il peggio o cercano il meglio - percorrono tracciati nelle vie del desiderio, delle aspettative e delle speranze. Mostrano i sintomi delle produzioni e riproduzioni di insoddisfazioni e sofferenze, portano in dono la propria creativa intraprendenza individuale, familiare o collettiva. Gli esiti più favorevoli si offrono spesso nell'incontro capace di vivere le molteplici risonanze della dimensione interculturale. L'esercizio di reciprocità tra confini e contatto, e la relazione nell'insieme delle sue componenti logiche e simboliche permettono, a chi si accosta per un tempo o a lungo alle migrazioni, aperture evolutive. Prendendo le mosse da alcune riflessioni sull'altrove che si fa presente - che ci interpella, ci allontana, ci abita - questa occasione suggerisce nel senso del viaggio una vocazione individuale e una domanda che accomuna.

La partecipazione è gratuita, previa conferma alla nostra segreteria organizzativa (02.72.000.497 - francesca.pasquariello@ismo.org).

Lascia un commento

Iscrivetevi alla nostra newletter e seguite la nostra pagina Linkedin !


Informazioni sui cookie presenti in questo sito

Questo sito utilizza cookie tecnici e statistici anonimi, necessari al suo funzionamento. Utilizza anche cookie di marketing, che sono disabilitati di default e vengono attivati solo previo consenso da parte tua.

Per saperne di più x