La metodologia del Coach Familiare

Una famiglia vive situazioni di ansietà quando si trova a che fare con profili “fragili”: pensiamo a figli con autismo, con disabilità fisica e/o mentale, sindrome di down, disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) ma anche familiari anziani con sindrome di Alzheimer, Parkinson.

Vi sono poi situazioni temporanee, ma che richiedono tempi di adattamento lunghi, e non sempre dagli esiti positivi (es.: lutti, disabilità acquisite, situazioni di affido familiare, ecc.) che possono influire sulla vita quotidiana di ogni membro della famiglia.

Come intervenire? Il Coach Familiare è il supporto dato da uno psicologo/educatore, specificamente formato, per affrontare serenamente queste situazioni.

Vuoi saperne di più? Guarda il primo modulo gratuito del corso sulla metodologia del Coach Familiare.

 

Lascia un commento

Iscrivetevi alla nostra newletter e seguite la nostra pagina Linkedin !


Informazioni sui cookie presenti in questo sito

Questo sito utilizza cookie tecnici e statistici anonimi, necessari al suo funzionamento. Utilizza anche cookie di marketing, che sono disabilitati di default e vengono attivati solo previo consenso da parte tua.

Per saperne di più x